Compensi avvocato e fallimento

“Con specifico riferimento alla ipotesi in cui la controversia si sia conclusa con una transazione, si è precisato, in via generale, che «nella determinazione degli onorari dell’avvocato in una lite conclusasi con transazione, poiché per la sussistenza delle reciproche concessioni ciascuna parte non è vincitrice ne’ perdente, e a nulla rileva che il pagamento sia a carico del cliente o dell’avversario, il giudice deve fare riferimento agli ampi criteri dell’art. 9 della legge 13 giugno 1942 n. 794 così da ricondurre a giustizia concreta l’ammontare dell’onorario» (Cass. n. 3804 del 1991)”.

Corte di cassazione – Sezione II civile – Sentenza 25 settembre-5 dicembre 2013 n. 27290

suite

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...