In sede di appello avverso il decreto di confisca emesso dal Tribunale non si può sostenere di essere proprietario di beni che in primo grado si è dichiarato essere di altri

MISURE DI PREVENZIONE – BENI FITTIZIAMENTE INTESTATI A TERZI – GIUDIZIO DI PRIMO GRADO – CONTESTAZIONE DEL CARATTERE FITTIZIO DELL’INTESTAZIONE DA PARTE DEI TERZI E DEL PROPOSTO – DECRETO DI CONFISCA – APPELLO DEL PROPOSTO – POSSIBILITÀ DI DEDURRE DI ESSERE L’EFFETTIVO PROPRIETARIO DEI BENI PER AVERLI ACQUISTATI CON MEZZI LECITI – ESCLUSIONE
In tema di confisca di prevenzione avente ad oggetto beni formalmente intestati a terzi, la Seconda sezione della Corte di cassazione ha affermato che, se nel giudizio di primo grado il proposto ha contestato il carattere fittizio dell’intestazione dei beni, aderendo alle tesi sostenute dai soggetti formalmente titolari, non può poi sostenere – in sede di appello avverso il decreto di confisca emesso dal Tribunale – di essere l’effettivo titolare dei beni stessi, per averli acquistati con proprie disponibilità lecite e non sproporzionate al reddito dichiarato.

Cass. Penale sentenza n. 17935 del 1° aprile 2014 – depositata il 29 aprile 2014

SUITE LEGALE AVVOCATO

SUITE LEGALE AVVOCATO

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...