Truffa contrattuale ed induzione in errore degli organi societari

REATI CONTRO IL PATRIMONIO – DELITTI – TRUFFA CONTRATTUALE – ELEMENTO OGGETTIVO (MATERIALE) – ARTIFICI O RAGGIRI – ATTO DI DISPOSIZIONE PATRIMONIALE IN DANNO DELLA SOCIETA’ – INDUZIONE IN ERRORE DEGLI ORGANI SOCIETARI 

Con sentenza emessa il 25 marzo 2014, la Seconda sezione della Corte di cassazione ha annullato con rinvio l’ordinanza con cui il Tribunale dell’appello di Siena, rigettando la richiesta di sequestro preventivo presentata dal pubblico ministero, aveva escluso l’esistenza del requisito del “fumus” in relazione ad una ipotizzata truffa contrattuale commessa, attraverso una complessa negoziazione finanziaria, da soggetti con posizione apicale del omissis ai danni dello stesso istituto di credito mediante induzione in errore degli organi interni, cui sarebbe stata tenuta nascosta la reale portata delle operazioni in questione.

Sentenza n. 18778 udienza del 25 marzo 2014 – depositata il 7 maggio 2014

SUITE LEGALE AVVOCATO

SUITE LEGALE AVVOCATO

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...