L’aggravante per aver perseguito l’ulteriore scopo di trarre un vantaggio proprio dal fatto criminoso unitamente alla consapevolezza di favorire l’interesse della cosca beneficiata

La Quinta Sezione Penale, con sentenza depositata il 16 marzo 2015, ha affermato che la circostanza aggravante ad effetto speciale prevista dall’art. 7 del D.L. n. 152 del 1991, conv. con mod. dalla legge n. 203 del 1991, è configurabile anche nel caso in cui l’agente persegua l’ulteriore scopo di trarre un vantaggio proprio dal fatto criminoso, purché ad esso si accompagni la consapevolezza di favorire l’interesse della cosca beneficiata.

Cass. Penale sentenza n. 11101 ud. 04/03/2015 – deposito del 16/03/2015

superstickies

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...