Violenza sessuale: lo stato di inferiorità fisica o psichica della persona offesa integra un elemento costitutivo del reato

La Terza Sezione della Corte di Cassazione, ha affermato che nel delitto previsto dall’art. 609 bis comma 2 n. 1 cod. pen., lo stato di inferiorità fisica o psichica della persona offesa integra un elemento costitutivo del reato e lo stesso, anche se derivante da malattia, non può al contempo configurare l’aggravante prevista dall’art. 36 comma 1 della legge n. 104 del 1992.

Cass. Penale sentenza n. 19172 ud. 08/01/2015 – deposito del 08/05/2015 

copertina

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...