Circostanza attenuante della “lieve entità” relativa al porto di oggetti atti ad offendere impedisce la esclusione della punibilità per la particolare tenuità del fatto

La S.C. ha affermato che il mancato riconoscimento della circostanza attenuante della “lieve entità” relativa al porto di oggetti atti ad offendere di cui all’art. 4, comma terzo, Legge n. 110 del 1975, impedisce la esclusione della punibilità per la particolare tenuità del fatto ex art. 131-bis cod. pen.

Cass. Penale sentenza n. 27246 ud. 21/05/2015 – deposito del 28/06/2015

superstickies

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...