Obbligo di notifica alla persona offesa in caso di revoca o sostituzione della misura cautelare della custodia in carcere

La Prima sezione penale della Corte di cassazione ha affermato che, nella nozione di “delitti commessi con violenza alla persona”, utilizzata dal legislatore nell’art. 299, comma 2-bis, cod. proc. pen. per individuare l’ambito di applicabilità dell’obbligo di notifica alla persona offesa, in caso di revoca o sostituzione della misura cautelare della custodia in carcere, devono ricomprendersi non soltanto i reati le cui fattispecie legali astratte siano connotate dall’elemento della violenza alla persona, ma anche tutti quelli che, in concreto, si siano manifestati con atti di violenza in danno della persona offesa.

Cass. Penale sentenza n. 49339 ud. 29/10/2015 – deposito del 15/12/2015

promo

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...