Soggetto detenuto o comunque sottoposto ad altra misura privativa o limitativa della libertà personale può esercitare il diritto di comparire personalmente all’udienza camerale solo se ne ha fatto richiesta

La prima sezione ha affermato che, a seguito della introduzione dei modificati commi 6 e 8-bis dell’art. 309 cod. proc. pen. (operata dalla legge 16 aprile 2015, n. 47), non sono più applicabili all’udienza di riesame le disposizioni di cui agli artt. 127, comma 3, cod. proc. pen. e 101 disp. att. cod. proc. pen. , per cui il soggetto detenuto o comunque sottoposto ad altra misura privativa o limitativa della libertà personale può esercitare il diritto di comparire personalmente all’udienza camerale solo se ne ha fatto richiesta, anche per il tramite del suo difensore, nell’istanza di riesame.

Cass. Penale sentenza n. 49882 ud. 06/10/2015 – deposito del 17/12/2015

promo

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...