Giudizio di rinvio a seguito di annullamento della ordinanza applicativa di una misura cautelare personale coercitiva

La Corte di cassazione ha affermato che anche nel giudizio di rinvio a seguito di annullamento della ordinanza applicativa di una misura cautelare personale coercitiva, il Tribunale del riesame può disporre, nei casi in cui la stesura della motivazione sia particolarmente complessa per il numero degli arrestati o la gravità delle imputazioni, il deposito dell’ordinanza in un termine superiore ai trenta giorni, indicati nell’art. 311, comma 5 bis, cod. proc. pen, ma comunque non superiore ai quarantacinque giorni da quello della decisione, secondo quanto previsto dall’art. 309, comma 10, cod. proc. pen.

Cass. Penale sentenza n. 18571 ud. 08/01/2016 – deposito del 04/05/2016

promo

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...