Rapporto tra esercizio arbitrario delle proprie ragioni ed estorsione

App gratuita

App gratuita

La Seconda Sezione penale ha approfondito la tematica relativa al controverso rapporto tra i reati di esercizio arbitrario delle proprie ragioni ed estorsione ed ha ribadito, superando le preesistenti incertezze, una serie di principi in ordine alla individuazione dei criteri distintivi tra le due fattispecie criminose.

 

Cass. Penale sentenza n. 46288 ud. 28/06/2016 – deposito del 03/11/2016

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...