Inammissibile l’impugnazione redatta personalmente da un funzionario dell’Amministrazione Penitenziaria

La Prima Sezione della Corte di cassazione ha affermato che è inammissibile l’impugnazione, ai sensi dell’art. 35-bis, comma 4, l. 26 luglio 1975, n. 354, redatta personalmente da un funzionario dell’Amministrazione Penitenziaria, in quanto, in assenza di una diversa previsione di legge, l’atto va proposto secondo le forme previste dagli artt. 573 e 100 cod. proc. pen., con conseguente necessità di redazione da parte dell’Avvocatura dello Stato, ai sensi dell’art. 1 R.D. n. 1611 del 1933.

Cass. Penale sentenza n. 11248 ud. 17/11/2016 – deposito del 09/03/2017

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...