Responsabilità del venditore per gravi difetti immobile

Il venditore che, sotto la propria direzione e controllo, abbia fatto eseguire sull’immobile successivamente alienato opere di ristrutturazione edilizia o interventi manutentivi o modificativi di lunga durata, che rovinino o presentino gravi difetti, ne risponde nei confronti dell’acquirente ai sensi dell’art. 1669 c.c..

Cass. Civile sentenza n. 18891 del 28/07/2017

Controversie aventi ad oggetto la validità del testamento per incapacità naturale del “de cuius”

Le controversie aventi ad oggetto la validità del testamento per incapacità naturale del “de cuius” non rientrano tra quelle concernenti lo stato o la capacità delle persone, con conseguente facoltatività dell’intervento, in esse, del Pubblico Ministero ed insussistenza di un obbligo di integrazione del contraddittorio nei suoi confronti in grado di appello.

Cass. Civile ordinanza n. 17024 del 10/07/2017 

Per la revoca amministratore condominio non è richiesto il patrocinio di un difensore legalmente esercente

Nel giudizio di revoca dell’amministratore di condominio non è richiesto il patrocinio di un difensore legalmente esercente, trattandosi di un procedimento camerale plurilaterale tipico, che culmina in un provvedimento privo di efficacia decisoria, siccome non incidente su situazioni sostanziali di diritti o “status”.

Cass. Civile ordinanza n. 15706 del 23/06/2017

Continua a leggere

Interessi usurari ai contratti di mutuo ancora pendenti alla data di entrata in vigore della L. n. 108 del 1996

La Prima Sezione Civile ha rimesso gli atti al Primo Presidente per l’eventuale assegnazione della causa alle Sezioni Unite Civili in relazione al contrasto sorto in ordine alla applicabilità dei criteri fissati dalla l. n. 108 del 1996 per la determinazione degli interessi usurari ai contratti di mutuo ancora pendenti alla data di entrata in vigore della menzionata legge, anche in considerazione degli effetti della norma di interpretazione autentica di cui all’art. 1, comma 1, del d.l. n. 394 del 2000 (conv., con modif., nella l. n. 24 del 2001).

Cass. civile ordinanza interlocutoria n. 2484 del 31/01/2017

Continua a leggere

Strumenti utilizzabili onde porre in essere una donazione indiretta

La Seconda Sezione ha trasmesso gli atti al Primo Presidente, per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, della questione, oggetto di contrasto, concernente gli strumenti utilizzabili onde porre in essere una donazione indiretta, ex art. 809 c.c., ed il relativo meccanismo di funzionamento.

Cass. Civile ordinanza interlocutoria n. 106 del 04/01/2017

Continua a leggere

Giurisdizione contabile nelle controversie risarcitorie danni al patrimonio sociale

Le Sezioni Unite, pronunciandosi in sede di regolamento ex art. 41 c.p.c., hanno ritenuto che spetti alla giurisdizione contabile la controversia risarcitoria contro amministratori e dipendenti di una centrale di committenza regionale ex art. 1, comma 455, della l. n. 296 del 2006, avente forma societaria, per i danni arrecati da loro condotte al patrimonio sociale.

Cass. Civile SS.UU. ordinanza n. 24737 del 05/12/2016

Continua a leggere

Simulazione relativa del canone mediante separato accordo recante l’importo maggiorato

La Terza Sezione ha rimesso al Primo Presidente, per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, la questione, ritenuta di massima di particolare importanza, se, con riferimento alle locazioni ad uso diverso da quello abitativo, in caso di simulazione relativa del canone mediante separato accordo recante l’importo maggiorato, la tardiva registrazione di quest’ultimo possa avere effetto sanante della nullità conseguente all’elusione della norma imperativa fiscale.

Cass. Civile ordinanza interlocutoria n. 16604 del 05/08/2016

Continua a leggere

Riconoscibilità, o meno (per contrasto con l’ordine pubblico), delle sentenze straniere comminatorie di danni punitivi

La Prima Sezione ha rimesso al Primo Presidente, per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, la questione, ritenuta di massima di particolare importanza, della riconoscibilità, o meno (per contrasto con l’ordine pubblico), delle sentenze straniere comminatorie di danni punitivi.

Cass. Civile ordinanza interlocutoria n. 9978 del 16/05/2016

Continua a leggere

La cessione o il conferimento dell’azienda accolla al cessionario o conferitario il debito restitutorio nascente dalla sopravvenuta revocatoria fallimentare del pagamento di crediti aziendali?

La Prima Sezione ha rimesso al Primo Presidente per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite un ricorso sulla seguente questione di massima, se, e a quali condizioni, la cessione o il conferimento dell’azienda accolli al cessionario o conferitario il debito restitutorio nascente dalla sopravvenuta revocatoria fallimentare del pagamento di crediti aziendali.

Cass. Civile ordinanza interlocutoria n. 8090 del 21/04/2016 

Continua a leggere

Obbligatorio allegare comunicazione dell’ordinanza d’inammissibilità dell’appello pronunciata a norma dell’art. 348-ter c.p.c.?

La Sezione Sesta-Lavoro ha rimesso al Primo Presidente, per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, la questione, ritenuta di massima di particolare importanza, se il ricorrente abbia l’onere, a pena d’inammissibilità del ricorso per cassazione, di allegare di aver ricevuto, e in caso positivo in quale data, la comunicazione dell’ordinanza d’inammissibilità dell’appello pronunciata a norma dell’art. 348-ter c.p.c.

Cass. Civile ordinanza interlocutoria n. 4738 del 10/03/2016

Continua a leggere