Protetto: Penale

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Annunci

Articoli Recenti

Lesioni personali e sospensione giudizio civile per il risarcimento danni incidente stradale

La Sez. 6 – 3 ha rimesso al Primo Presidente ai fini dell’eventuale esame delle Sez. U la seguente questione ritenuta di massima di particolare importanza: “se con riferimento alla domanda di risarcimento dei danni (nella specie derivanti da circolazione di veicolo soggetto ad assicurazione obbligatoria RCA) proposta, avanti il giudice civile, nei confronti del conducente, del proprietario del veicolo e della società assicurativa della RCA, con atto di citazione notificato in data successiva alla pronuncia della sentenza penale di primo grado emessa nei confronti del conducente-imputato per il reato di lesioni personali, ed in difetto di costituzione di parte civile nel processo penale, il giudizio civile per il risarcimento danni debba essere necessariamente sospeso in relazione alla posizione processuale di tutti i litisconsorti sia facoltativi (conducente) che necessari “ex lege” (proprietario ed impresa assicurativa), ai sensi dell’art. 75, comma 3, c.p.p.; ovvero se, invece, la sospensione necessaria predetta operi limitatamente all’azione risarcitoria proposta in sede civile nei confronti del solo conducente-imputato, previa separazione delle cause originariamente connesse, dovendo essere proseguito il giudizio civile nei confronti del proprietario e della società assicurativa; ovvero ancora se la sospensione necessaria ex art. 75, comma 3, c.p.p. non trovi affatto. applicazione, laddove la causa risarcitoria – anziché essere proposta nei confronti del solo imputato- sia stata proposta, cumulativamente, anche nei confronti di altri soggetti (responsabili civili) diversi dall’imputato, e ciò sia nel caso in cui le parti siano tra loro in relazione di litisconsorzio facoltativo, sia nel caso in cui rivestano la posizione di litisconsorti necessari”.

Cass. Civile ordinanza interlocutoria n. 25198 del 16/10/2018

  1. Limiti al sequestro preventivo di conti correnti intestati alla curatela di una società dichiarata fallita Rispondi
  2. Regime IVA per trasporti pubblici urbani che offrono servizi con finalità turistico-ricreative Rispondi
  3. Richiesta tardiva di riesame avverso il provvedimento applicativo di una misura cautelare reale. Conseguenze. Rispondi
  4. La partecipazione dell’associato allo specifico episodio criminoso posto in essere dal sodalizio criminale Rispondi
  5. Cellule serventi di un’organizzazione terroristica internazionale Rispondi
  6. Bancarotta fraudolenta patrimoniale eirregolarità di gestione degli amministratori Rispondi
  7. Concorso tra le circostanze aggravanti ad effetto speciale e guida in stato di ebbrezza Rispondi
  8. Bando di esame di abilitazione all’esercizio della professione forense – sessione 2018 Rispondi
  9. Conseguenze delibera condominiale che priva il singolo condomino di diritti su parte comune Rispondi