Concorso in bancarotta fraudolenta dell’amministratore privo di delega che conosceva il rischio del fatto pregiudizievole per l’impresa

REATI FALLIMENTARI – REATI DI PERSONE DIVERSE DAL FALLITO – IN GENERE – BANCAROTTA FRAUDOLENTA PATRIMONIALE – AMMINISTRATORI PRIVI DI DELEGA – RESPONSABILITÀ – CONDIZIONI

La Quinta Sezione della Corte di cassazione ha affermato, in tema di bancarotta fraudolenta patrimoniale,  che, ai fini della configurabilitĂ  del concorso – per omesso impedimento-  dell’amministratore privo di delega,  è necessaria la prova della concreta conoscenza – e non della mera conoscibilitĂ  – da parte di questi dei c.d. “segnali d’allarme”, cioè degli elementi da cui si poteva desumere  quantomeno il  rischio del verificarsi di un fatto pregiudizievole per l’impresa, nonchĂŠ della volontaria omissione di attivarsi per scongiurarlo.

Cass. Penale sentenza n. 32352 ud. 07/03/2014 – deposito del 22/07/2014

Continua a leggere

Annunci

Bancarotta fraudolenta per amministratore di fatto

“Occorre che egli abbia posto in essere atti tipici di gestione, offrendo così un contributo obiettivo alle decisioni adottate da chi è formalmente investito della qualifica di amministratore, nella consapevolezza delle implicazioni della condotta tipica dei soggetto qualificato”.

Corte di cassazione – Sezione V penale – Sentenza 14 novembre n. 45671

Continua a leggere