Protetto: 🔐 Premium – Legittimazione passiva amministratore domanda del condomino di accertamento della proprietà esclusiva di una parte dell’edificio

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Annunci

L’acquirente deve pagare le spese condominiali per i lavori straordinari se la delibera ante-vendita era interlocutoria

Corte di cassazione – Sezione II civile – Sentenza 13 marzo-2 maggio 2013 n. 10235

 <OMISSIS>

Svolgimento del processo

Con citazione del giugno 2000 il <OMISSIS>, quale procuratore della madre <OMISSIS>, conveniva, dinanzi al Tribunale di Milano, il sig. <OMISSIS> esponendo di aver prima (nell’ottobre 1999) affidato per la vendita all’agenzia immobiliare del <OMISSIS> e, poi (con stipula del preliminare nel febbraio 2000 e del contratto definitivo nell’aprile successivo), venduto direttamente al mediatore un negozio con pertinenze sito nello stabile <OMISSIS>. Poiché, in sede di stipula della compravendita, era insorta controversia tra le parti sulla titolarità dell’obbligazione nei confronti del Condominio Continua a leggere

Cassazione: asseblea condominiale ha potere di sopprimere un servizio comune con delibera a maggioranza

Cassazione: asseblea condominiale ha potere di sopprimere un servizio comune con delibera a maggioranza

L’assemblea condominiale ha il potere di decidere a maggioranza di modificare, sostituire o addirittura sopprimere un servizio comune anche se questo è stato istituito e disciplinato dal regolamento a patto che ciò non vada ad incide …

Fonte: Studiocataldi.it

Url: http://www.studiocataldi.it/news_giuridiche_asp/news_giuridica_13008.asp

Equa riparazione, pregiudizio del condomino e legittimazione attiva del condominio

La Sesta Sezione civile ha rimesso gli atti al Primo Presidente per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite della risoluzione della questione, oggetto di contrasto, relativa alla sussistenza della legittimazione attiva all’azione di equa riparazione in capo al Condominio o ai singoli condòmini, allorché soltanto il primo sia stato parte del giudizio presupposto, con le ulteriori questioni, di massima di particolare importanza, delle modalità di liquidazione dell’indennizzo ed, in particolare, per l’ipotesi di legittimazione esclusiva dei singoli condòmini, se il diritto all’indennizzo spetti loro per intero o pro quota. Link

Riforma condominio: obblighi dell’amministratore

L’articolo 9 della legge di riforma, nel sostituire l’art. 1129 del codice civile, stabilisce puntualmente gli obblighi dell’amministratore, non previsti dalla precedente normativa. Questi tra i principali:
a) necessità di fornire ai condòmini, al momento della nomina, oltre ai propri dati anagrafici, una serie di ulteriori dati e strumenti di pubblicità per consentire la valutazione delle sue qualifiche e del suo operato;
b) tenuta del registro dei verbali di assemblea e di nomina e revoca dell’amministratore, nonché del registro di contabilità;

continua..

>> PUNTI FOCALI DELLA RIFORMA