Simulazione relativa del canone mediante separato accordo recante l’importo maggiorato

La Terza Sezione ha rimesso al Primo Presidente, per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, la questione, ritenuta di massima di particolare importanza, se, con riferimento alle locazioni ad uso diverso da quello abitativo, in caso di simulazione relativa del canone mediante separato accordo recante l’importo maggiorato, la tardiva registrazione di quest’ultimo possa avere effetto sanante della nullità conseguente all’elusione della norma imperativa fiscale.

Cass. Civile ordinanza interlocutoria n. 16604 del 05/08/2016

Continua a leggere

Costituzione dell’appellante avvenuta tramite deposito di una “velina”: nullità che l’appellante può sanare fino alla prima udienza di trattazione

Le Sezioni Unite, definendo questione di massima, hanno stabilito che la costituzione dell’appellante avvenuta tramite deposito di una “velina” in luogo dell’originale della citazione non determina l’improcedibilità dell’appello, ma una nullità che l’appellante può sanare fino alla prima udienza di trattazione, senza di che la nullità stessa si consolida e l’appello diviene improcedibile.

Cass. Civile SS.UU. sentenza n. 16598 del 05/08/2016 

Continua a leggere

Astensione delle udienze in relazione agli uffici giudiziari del distretto di riferimento e per ragioni di protesta locali

L’astensione dalle udienze, proclamata da organismi rappresentativi locali di categoria, in relazione agli uffici giudiziari del distretto di riferimento e per ragioni di protesta locali, non ha effetto nei confronti delle attività giudiziarie che si svolgano presso diversi uffici di merito o di legittimità, pur se riferite a provvedimenti decisori degli uffici interessati dall’astensione.

Cass. Penale sentenza n. 34442 ud. 13/07/2016 – deposito del 04/08/2016

Continua a leggere

Conseguenze applicazione pena base di entità maggiore dal giudice dell’appello rispetto a quella stabilita per l’originaria ipotesi di reato

Non viola il divieto di reformatio in peius il giudice dell’appello che, derubricando il reato, individui una pena base di entità maggiore rispetto a quella stabilita per l’originaria ipotesi di reato, purchè venga irrogata in concreto una sanzione finale non superiore a quella inflitta dal giudice di primo grado.

Cass. Penale sentenza n. 33563 ud. 14/07/2016 – deposito del 01/08/2016

Continua a leggere

Notaio, conseguenze iscrizione nel registro delle imprese di una delibera societaria invalida

Il notaio che chieda l’iscrizione nel registro delle imprese di una delibera societaria invalida incorre in responsabilità disciplinare ex art. 138 bis della legge notarile anche se il vizio della delibera non ne determini nullità, bensì annullabilità, purché manifesta.

Cass. Civile sentenza n. 14766 del 19/07/2016 

Continua a leggere

amministratore formale di società e reato di falso documentale commesso da altro soggetto

L’amministratore formale di società non risponde automaticamente, per il solo fatto della carica rivestita, del reato di falso documentale commesso da altro soggetto delegato alla gestione della compagine sociale, dovendosi verificare la sua compartecipazione materiale o morale al fatto.

Cass. Penale sentenza n. 32793 ud. 13/06/2016 – deposito del 27/07/2016

Continua a leggere

Elemento oggettivo del delitto di autoriciclaggio

Non costituisce l’elemento oggettivo del delitto di autoriciclaggio la condotta di versamento del profitto del furto su una carta prepagata intestata allo stesso autore del delitto presupposto, difettando la capacità di occultare la provenienza delittuosa del denaro oggetto del profitto.

Cass. Penale sentenza n. 33074 ud. 14/07/2016 – deposito del 28/07/2016

Continua a leggere

Fallimento della società di fatto â€œholding”

La Prima Sezione Civile della Corte, tornando ad occuparsi del fallimento della società di fatto “holding” e ribadendo principi già precedentemente affermati, ha, peraltro, ritenuto irrilevante il requisito della spendita del nome quando si tratti di società occulta e/o si verta in tema di responsabilità da direzione abusiva ex art. 2497 e segg. c.c.

Cass. Civile sentenza n. 15346 del 25/07/2016

Continua a leggere