Giurisdizione contabile nelle controversie risarcitorie danni al patrimonio sociale

Le Sezioni Unite, pronunciandosi in sede di regolamento ex art. 41 c.p.c., hanno ritenuto che spetti alla giurisdizione contabile la controversia risarcitoria contro amministratori e dipendenti di una centrale di committenza regionale ex art. 1, comma 455, della l. n. 296 del 2006, avente forma societaria, per i danni arrecati da loro condotte al patrimonio sociale.

Cass. Civile SS.UU. ordinanza n. 24737 del 05/12/2016

Continua a leggere

Insindacabile d.P.R. di indizione del referendum di revisione costituzionale

Le Sezioni Unite, pronunciando sul regolamento preventivo ex art. 41 c.p.c. proposto in una controversia concernente la richiesta di annullamento del d.P.R. di indizione del referendum di revisione costituzionale, hanno dichiarato il difetto assoluto di giurisdizione ritenendo insindacabile quel decreto.

Cass. Civile SS.UU. sentenza n. 24624 del 01/12/2016

Continua a leggere

Misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale è applicabile anche a soggetto residente all’estero

La misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale è applicabile anche a soggetto residente all’estero, ferma restando la necessità della presenza del proposto nel territorio soggetto alla sovranità dello Stato per procedere alla esecuzione della misura.

Cass. Penale sentenza n. 50847 ud. 06/10/2016 – deposito del 30/11/2016

Continua a leggere

Rapporto tra esercizio arbitrario delle proprie ragioni ed estorsione

App gratuita

App gratuita

La Seconda Sezione penale ha approfondito la tematica relativa al controverso rapporto tra i reati di esercizio arbitrario delle proprie ragioni ed estorsione ed ha ribadito, superando le preesistenti incertezze, una serie di principi in ordine alla individuazione dei criteri distintivi tra le due fattispecie criminose.

 

Cass. Penale sentenza n. 46288 ud. 28/06/2016 – deposito del 03/11/2016

Legittimazione sostanziale e processuale impresa designata per conto del Fondo di garanzia per le vittime della strada

Esperita l’azione risarcitoria nei confronti dell’impresa designata per conto del Fondo di garanzia per le vittime della strada, ricorrendone i presupposti, la successiva identificazione del responsabile del sinistro non esplica alcuna influenza sulla legittimazione sostanziale e processuale di detta impresa, che resta stabilizzata per tutto il corso del giudizio.

Cass. Civile sentenza n. 23710 del 22/11/2016

Continua a leggere

Il danno ingiusto nell’abuso d’ufficio

In tema di reato di abuso d’ufficio, la Sesta Sezione, ha affermato, tra l’altro, che il danno ingiusto può essere costituito anche dalla lesione delle prerogative parlamentari, configurabile nell’ipotesi di acquisizione di tabulati di comunicazioni relativi ad utenze riferibili a deputati o senatori, senza l’autorizzazione della Camera di appartenenza, ovvero mediante l’elaborazione di tali dati.

Cass. Penale sentenza n. 49538 ud. 22/09/2016 – deposito del 22/11/2016

Continua a leggere

Esclusa la cautela preventiva contro i contenuti asseritamente diffamatori di una testata giornalistica pubblicata “on line”

Le Sezioni Unite, pronunciando ex art. 363, comma 1, c.p.c., hanno escluso l’ammissibilità della cautela preventiva, sostanzialmente inibitoria, contro i contenuti asseritamente diffamatori di una testata giornalistica pubblicata “on line” ed avente le medesime caratteristiche della stampa cartacea, ritenendo ad essa applicabile la garanzia di cui all’art. 21, comma 3, Cost., e salva la concorrente tutela per la protezione dei dati personali.

Cass. Penale SS.UU. sentenza n. 23469 del 18/11/2016 

Continua a leggere

Affidamento etero familiare dei figli minori

La Prima Sezione Civile – mutando consapevolmente orientamento – ha ritenuto ricorribile per cassazione ex art. 111, comma 7, Cost. il provvedimento emesso dalla corte d’appello in sede di reclamo, confermativo del decreto del tribunale che ha disposto l’affidamento etero familiare dei figli minori di una coppia di genitori, già dichiarati decaduti dalla potestà genitoriale.

Cass. Civile sentenza n. 23633 del 21/11/2016

Continua a leggere

E’ recidiva anche la “reiterazione dell’illecito depenalizzato”

La Corte di Cassazione, in tema di reati trasformati in illeciti amministrativi per i quali siano previste ipotesi aggravate fondate sulla recidiva escluse dalla depenalizzazione (nella specie la contravvenzione di guida senza patente), ha affermato che: – ai sensi dell’art. 5 d.lgs. 15 gennaio 2016, n. 8, per “recidiva” deve intendersi, non solo quella conseguente a precedente giudiziario specifico, ma anche la “reiterazione dell’illecito depenalizzato”, accertato dall’autorità amministrativa con provvedimento esecutivo; – la previsione di cui all’art. 5 d.lgs. 15 gennaio 2016, n. 8 non ha una portata strettamente interpretativa e, pertanto, non si estende ai fatti commessi prima dell’entrata in vigore del citato decreto.

Cass. Penale sentenza n. 48779 ud. 21/09/2016 – deposito del 17/11/2016

Continua a leggere

Controcredito controverso opposto in compensazione

Le Sezioni Unite, pronunciando ai sensi dell’art. 363, comma 3, c.p.c., hanno affermato che se è controversa, nel medesimo giudizio instaurato dal creditore principale, o in altro già pendente, l’esistenza del controcredito opposto in compensazione, il giudice non può pronunciare la compensazione, né legale, né giudiziale.

Cass. Civile SS.UU.sentenza n. 23225 del 15/11/2016

Continua a leggere